La nostra società nel 2002 si è aggiudicata l’appalto indetto dalla Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno per la progettazione e la costruzione di un impianto di selezione dei rifiuti solidi urbani e speciali assimilabili al servizio dei Comuni del comprensorio, e la gestione dello stesso per 20 anni. Abbiamo elaborato questo progetto alla luce delle esperienze maturate, delle conoscenze acquisite e delle innovazioni apportate in anni di lavoro nel settore dell'ecologia.

Questo impianto è nato dalla necessità di risolvere integralmente il problema dei rifiuti nell’ambito comprensoriale della Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno e dalla spinta verso un sempre maggior sviluppo della raccolta differenziata. Risponde inoltre all’esigenza sempre più sentita di avere sul territorio impianti a basso impatto ambientale che si integrano perfettamente nella natura circostante (bene comune da salvaguardare). Permette infine di economizzare quanto più possibile la risorsa discarica, utilizzata non più per rifiuti non cerniti, ma unicamente per rifiuti non recuperabili.

La filosofia impiantistica adottata prevede la possibilità di effettuare diversi tipi di trattamento in funzione del prodotto finale che si vuole ottenere e al suo reale utilizzo. In particolare il trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati consiste nella separazione tra componente umida organica compostabile, materiale ferroso da inviare a recupero e componente secca ad elevato potere calorifico da utilizzare come combustibile non convenzionale per la produzione di energia elettrica.